Dizionario del Fumettista

Alcuni termini tecnici del fumettista e del cartoonist. Fonti varie.
Tratto da “Il minicorso di disegno a fumetti di ZeroWorld” © 1999.

Dizionario del Fumettista

  • Anime : Contrazione con la quale in Giappone si definisce un cartone animato (da “animation”).
  • Area di respiro : Per focalizzare l’attenzione sul personaggio principale, si possono eliminare, sulla vignetta, tutti o quasi gli elementi di sfondo; l’area così lasciata bianca risulta particolarmente chiara e rilassante alla vista e viene chiamata “area di respiro”.
  • Balloon : Il palloncino, tipico del fumetto, che contiene le parole pronunciate da un personaggio.
  • Breakdown : “Spezzettamento” del soggetto in pagine e delle pagine in vignette.
  • Cartella : Paginetta scritta a macchina (può contenere testo di soggetto, sceneggiatura etc…).
  • Campo : Parte della scena che, in un film od in un cartone animato, viene ripresa dalla macchina da presa.
  • Character designer : Colui che disegna e caratterizza i personaggi, procurando se necessario gli opportuni “model sheets”.
  • Dissolvenza : La scena del cartone animato si oscura fino al buio completo o viceversa.
  • Fisheye : (Deformazione) “Occhio di pesce” ; l’immagine nell’inquadratura risulta deformata come se fosse vista attraverso una lente o, appunto , un occhio di pesce.
  • Flashback : Soluzione narrativa consistente nella narrazione al presente di avvenimenti passati.
  • Fotogramma o Frame : Ciascuno dei singoli disegni che compongono una scena del cartone animato.
  • Gag : Battuta improvvisa ,fulminante. Conclusione a sfondo comico di una situazione.
  • Manga : “Immagini in movimento”; termine usato per indicare le produzioni a fumetti e di animazione di origine nipponica.
  • Mecha designer : Nell’animazione, studia, inventa e disegna i congegni meccanici presenti nel cartone animato, dalla semplice pistola all’ipertecnologico robot spaziale.
  • Missaggio : Sovrapposizione e combinazione delle colonne sonore contenenti dialoghi, effetti e musiche del cartone animato.
  • Model 
    Sheet : Disegni di riferimento raffiguranti il personaggio da ogni punto di vista, in diverse espressioni e posizioni.
    Riportano anche le 
    proporzioni tra le varie parti del corpo e le dimensioni del soggetto relativamente agli altri personaggi.

    fluffybear(FLUFFY BEAR Model Sheet – © 2000 by Daniele Luciani).

  • Montaggio : Selezione delle inquadrature e loro inserimento nell’ambito della
    pellicola in negativo secondo la sequenza logica determinata dalla
    trama del film.
  • Opening Shot : Vignettona di apertura che presenta al lettore il luogo dal quale sta per prendere il via la storia o la vicenda che si va a raccontare.
  • Pianosequenza : Lunga inquadratura unica, fissa o in movimento, che offre allo spettatore la sensazione di seguire l’azione nella sua concretezza spaziale e
    temporale.
  • Riduzione : Sceneggiatura risultante dall’adattamento di un’opera preesistente.
  • Scaletta : Prima elaborazione di un soggetto, in cui sinteticamente si stabilisce
    la struttura narrativa del cartone animato.
  • Sceneggiatura : Testo contenente indicazioni precise per trasformare il soggetto in immagini.
  • Settei : Sono i disegni preparatori dei personaggi e ritraggono gli eroi di un anime
    da ogni angolatura possibile e con indosso tutti i vestiti che indosseranno durante il cartone animato (termine usato nell’animazione nipponica).
    E’ il model sheet alla giapponese.
  • Shojo Manga : Manga per ragazze.
  • Shot : Ripresa cinematografica. ( Es. Long Shot = Campo Lungo ; Opening Shot = Ripresa di apertura ).
  • Silhouette : Sagoma (generalmente nera su fondo bianco ) del personaggio o particolare.
  • Soggetto : Il testo narrativo che rappresenta la base della storia che si vuol rappresentare.
  • Splatter : Dicesi di fumetto o di vignetta ad alto contenuto di “schizzi” di sangue e simili.
  • Storyboard : Stesura completa di tutte le scene e le sequenze di un cartone animato, fumetto o film. Serve come studio preliminare del prodotto finito.
  • Striscia : Ogni tavola è vista come formata da (generalmente) 3 o 4 bande orizzontali che prendono il nome di striscie.
  • Tavola : Pagina singola di un fumetto.
  • Teaser : “Provocatore”: sequenza iniziale di una storia studiata appositamente per scatenare la curiosità del lettore.
  • Vignetta : Indica un singolo riquadro sulla tavola a fumetti, una piccola illustrazione, un disegno satirico od umoristico con o senza parole. Il termine vignetta è il diminutivo di “vigna”: nell’antica editoria gli stampatori decoravano il frontespizio dei libri con figurine ornamentali ispirate principalmente a motivi floreali (tralcio della vite soprattutto), e si cominciò a soprannominare tali fregi con la parola “vignetta”.
    Con il passare del tempo la parola ha acquisito il significato più largo di “iscrizione o illustrazione disegnata a mano”.