Il Balloon

Il Balloon.
Tratto da “Il minicorso di disegno a fumetti di ZeroWorld” © 1999.

Il Balloon

La nuvoletta che sotto varie forme contiene le parole pronunciate dai nostri personaggi prende il nome di BALLOON ed è formata essenzialmente da tre elementi: la linea di contorno, il testo ed il codino.

balloon_1

 

I balloons vengono disposti sulla vignetta secondo una semplice regola: in fase di lettura la sinistra ha la precedenza sulla destra e l’alto ha la precedenza sul basso.

Se collocate in aree ristrette le nuvolette corrispondenti alle frasi temporicamente più recenti tendono a sovrapporsi a quelle precedenti scavalcandone i bordi (vedi immagine a seguire).

balloon_2

La forma della linea di contorno, come abbiamo detto, specifica in quale modo il personaggio si sta esprimendo, nella tabella seguente sono riportati tutti i principali tipi di balloon corrispondenti a diverse modalità di espressione:

balloon_3

Se il personaggio pronuncia frasi distinte (ad esempio separate dal punto narrativo) la nuvoletta può sdoppiarsi e nel passaggio da una frase all’altra è possibile raffigurare un’alterazione del timbro vocale modificando la forma della linea di contorno.balloon_4
Se la voce proviene da Fuori Campo il codino del balloon avrà un andamento ondulato. balloon_5
Fedeli assistenti delle nuvolette sono le didascalie, generalmente di forma rettangolare. Le didascalie possono stare dentro o fuori la vignetta e a seconda dei casi possono riportare la voce del narratore esterno, il pensiero del protagonista principale, brevi digressioni con la funzione di spiegare determinate situazioni, oppure semplicemente designare stacchi di tempo e/o di luogo (“Intanto…”,”Poco dopo…”,”Così…”,”New York, 8:15 p.m.”, etc…). balloon_6